Madiba-Mandela Project / M2P: diritti e dignità per il lavoro migrante

Roma, 19 giugno 2014 - ore 18:00
Teatro Valle Occupato, Via del teatro Valle 21

Arte, musica e idee alla vigilia della 100° Giornata mondiale del rifugiato
Lancio della campagna M2P per il diritto di soggiorno degli irregolari

Ore 18.00 / PunKinari – cronache di un mondiale di mezza estate

Ore 19.00 / Mondiali ’14: 
Costa d’Avorio – Colombia

Ore 20.00 / Percussionisti di strada from Ghana

Ore 21.30 / Presentazione della campagna M2P e dibattito: dalla battaglia contro i Cie alle migrazioni forzate

Ore 22.30 / 

La campagna Madiba-Mandela Project/M2P irrompe sul palco. Il 19 giugno vanno in scena i bisogni e le rivendicazioni, testimonianze e analisi, ma anche il ritmo forsennato delle percussioni e l’incanto della kora africana, una serata di festa e di riflessione alla vigilia della 100° Giornata mondiale del Rifugiato. Dopo il presidio nei mesi scorsi in Piazza Esquilino, con l’avvio della class action dei migranti per il diritto di soggiorno, M2P rilancia la sfida per i diritti dei sans papiers con le armi della cultura, trovando il sincero sostegno e l’ospitalità del Teatro Valle Occupato. 

All’insegna della contaminazione dei linguaggi, a partire dalle ore 18 si discuterà di calcio e potere nell’ambito della rassegna “PunKinari – cronache di un mondiale di mezza estate”, un accostamento ardito (ma non troppo) tra le devastazioni del modello culturale dominante nel mondo del calcio e nella società. 
Dal football come metafora di vita al calcio giocato: alle ore 19 tutti in platea per la partita dei mondiali brasiliani Costa d’Avorio – Colombia. 
Dalle ore 21, il ritmo frenetico dei percussionisti di strada made in Ghana introdurrà e scandirà gli interventi e le testimonianze dei migranti. Daouda Sanogo, attivista della campagna M2P, e l’avvocato immigrazionista Nicola Parisio faranno il punto sulla condizione giuridica dei migranti e rifugiati, rilanciando la proposta di modifica della legge sullo sfruttamento lavorativo dei migranti e rifugiati. Dalla battaglia contro i CIE alle migrazioni forzate alla emergenza accoglienza, si alterneranno testimonianze dell’associazione A SUD sulle migrazioni ambientali, degli studenti della associazione ASINITAS dal Cara di Castelnuovo e della rete NO CIE.
Dalle ore 22.30 il reggae meticcio di Sandro Joyeux darà voce al sogno di giustizia dell’Africa errante.

Il diritto di soggiorno per tutt@, lavoro, salute, diritti e dignità sono le parole chiave di M2P, un movimento dal basso nato nei mesi scorsi a partire dalle rivendicazioni delle comunità migranti che attraversano la Capitale, abitano nell’emarginazione e nella precarietà dei ghetti urbani, nell’invisibilità dei cantieri e delle campagne. Un percorso di lotta e di sensibilizzazione, nel nome di Mandela, che chiama a raccolta le attiviste e gli attivisti, le associazioni e le organizzazioni del movimento antirazzista, il mondo della cultura.

Fonte: Roma Intercultura

 

Ultima modifica il Giovedì, 18 Settembre 2014 20:29