Vari enti di tutela lanciano un appello al governo: Mare Nostrum non venga interrotta 

 

Un appello al Governo perché l’operazione Mare Nostrum non venga interrotta. L’Italia non può sottrarsi alla responsabilità di salvare vite umane nel Mediterraneo.

 

Organizzazioni sociali italiane, laiche e cattoliche , che si occupano di diritti dei migranti, lanciano un appello al Governo perché non venga interrotta l’operazione Mare Nostrum.

 

L’Italia non può sottrarsi alla responsabilità di salvare vite umane nel Mediterraneo.

 

Il testo dell’appello e le iniziative che verranno messe in campo per sostenerlo saranno presentate in una conferenza stampa che si terrà venerdì, 31 ottobre, alle 11, presso la Libreria Fandango in via dei Prefetti 22 a Roma.

 

Saranno presenti esponenti delle organizzazioni promotrici: ACLI, ARCI, ASGI, Casa dei Diritti Sociali-Focus, Caritas Italiana, Centro Astalli, CGIL, CNCA, Comunità di S.Egidio, Emmaus Italia, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, Fondazione Migrantes, Giu le frontiere, Razzismo Brutta Storia, Rete G2 – Seconde Generazioni, Rete Primo Marzo, Save The Children Italia, SEI UGL, Terra del Fuoco, UIL.

 

 

Share

Ultima modifica il Domenica, 04 Gennaio 2015 13:24